L’IMPIANTO ELETTRICO E’ LA CAUSA PRINCIPALE DI INCENDI DOMESTICI

By | luglio 24, 2016


L’impianto elettrico è la causa principale di incendi domestici e come evitare che la tua casa vada a fuoco

image

Qualche giorno fa mi arriva un messaggio con la foto di una slide che vedi nelle immagini.

Ad inviarmela ci ha pensato il mio amico Marco Gratton della GMC Impianti di Verona, gli specialisti di impianti di condizionamento,che era ad un corso di formazione di antincendio tenuto (come ben sai) dai Vigili del Fuoco.

“Beccati questa slide! Ci puoi fare un articolo per i tuoi clienti!” recitava il messaggio che mi ha inviato.

E allora da bravo amico-professionista eccomi qui,incollato di Venerdi sera a scrivere questo articolo per te dove ti spiego perché l’impianto elettrico è la causa principale di incendi domestici.

Nella prima immagine puoi ben vedere che le maggiori cause d’incendio (statistiche per danni SUPERIORI ai 50.000€) sono dovute a:

-Guasti elettrici (38%)
-Incendi dolosi (27%)
-Eventi esterni (7%)
-Autocombustione (4%)
-Guasti meccanici (4%)
-Lavori a caldo (3%)
-Sigarette (3%)
-Impianti di riscaldamento (3%)
-Impianti di aspirazione (2%)
-Errori operativi (2%)

Sono un elettricista e voglio soffermarmi con te SOLO sulla prima causa dovuta ai Guasti Elettrici. Su 100 incendi, 38 sono dovuti a guasti di natura elettrica. Io direi che è una percentuale altissima e voglio sottolineare che queste statistiche sono state rilasciate dai Vigili del Fuoco. Io non mi invento nulla. Parlo in base ai numeri.

QUALI PROBLEMI ELETTRICI CAUSANO UN INCENDIO?

Resta qui con me a leggere e non andare via,scoprirai subito PERCHE’ L IMPIANTO ELETTRICO SI TRASFORMA IN UN INFERNO DI FIAMME E COME PUOI EVITARE IL PEGGIO.

Io ti dico come fare, poi però sta a te a mettere in pratica ciò che ti insegno.

Ecco i principali motivi di guasto elettrico:

1) Surriscaldamento dei cavi di alimentazione elettrica.

image

Se ti colleghi ad una semplice presa da 10 A (quella con i forellini piccoli) con una saldatrice (faccio per esempio) rischi anzi ti confermo che si riscaldano i fili fino a sciogliersi per effetto Joule. Se hai un impianto nuovo e fatto a regola d’arte, interviene subito il magneto termico il quale stacca corrente all’impianto.

Diversamente invece se hai un impianto elettrico vecchio o nuovo ma fatto da l’elettricista che ti ha presentato tuo cuggino, è il caso che tu faccia fare una verifica dei dispositivi di protezione ma anche del intero impianto da un elettricista specializzato (se non ne conosci uno puoi sempre contattare me) prima che possa succedere il peggio.

2) Errato dimensionamento

image

Per errato dimensionamento si intende il NON CORRETTO UTILIZZO di materiale elettrico (fili,interruttori ecc.) per realizzare un impianto.

Cè una semplicissima formula che ti aiuta a capire quanta corrente assorbe l’utilizzatore che andrai a collegare ad una presa.

A=W/U dove A sta per ampere (corrente), W sta per Watt (potenza assorbita) e U sta per Volt (Tensione in casa).

Ipotizziamo che vuoi calcolare la corrente assorbita dal tuo phon e vuoi capire se la presa che utilizzerai riesce a sopportare il lavoro, non dovrai altro che fare questa operazione:

1800W/230V= 7,82A

1800W è la potenza del phon
230V è la tensione che hai in cas in tutto l impianto
7,82A è la corrente assorbita dal tuo phon

Quindi il phon puoi attaccarlo tranquillamente alla presa da 10A ma ricordati sempre di usarlo in modo intelligente e senza tanti sprechi di energia. Se invece hai una presa da 16A è ancora meglio e puoi stare più tranquillo.

La sezione idonea dei fili elettrici che sono collegati ad una presa da 10A non deve essere inferiore a 1,5mm mentre per le prese da 16A non deve essere inferiore a 2,5mm.

Do per scontato che il phon venga utilizzato poco, per tanto il concetto vale di più per l utilizzo del forno il quale resta accesso qualche minuto in più. Se hai un impianto dimensionato male, il pericolo è in agguato!!

3) Scariche elettrostatiche (fulmini)

erano passate da poco le 24 13 agosto 2007 foto franco

erano passate da poco le 24 13 agosto 2007 foto franco

Cè poco da dire visto che ad ogni temporale sentiamo spesso ai telegiornali che qualche fulmine brucia un impianto o addirittura una casa.

La soluzione da adottare in questo caso è quella di installare nel tuo centralino dei scaricatori di tensione.
Lo scaricatore è un dispositivo elettrico per la protezione dei circuiti o degli impianti elettrici dalle sovratensioni causate anche dai fulmini.

Se hai un impianto di vecchia data (dagli anni ’80 in su) è meglio sostituirlo e riportarlo secondo le normative vigenti.

4) Carente stato di conservazione dei cavi di alimentazione

image

Come ho detto prima, se hai un impianto di vecchia data ti informo che i fili dell’impianto sono prossimi a spezzarsi o addirittura fondersi. La corrente al suo passaggio scalda il conduttore e di conseguenza,col tempo, indebolisce la guaina isolante.

Nel momento in cui la guaina si toglie,il filo resta scoperto e può tranquillamente innescare un corto circuito insieme agli altri fili scoperti i quali daranno il via alle fiamme.

NB i fili utilizzati tanti anni fa sono propaganti la fiamma perché realizzati con materiale infiammabile!

Se dovesse succedere durante la notte,mentre dormi, non penso sia proprio un bell’affare..Non credi??

Quindi cosa fare?? Semplice, DEVI assolutamente cambiare l’impianto elettrico!!!

5)Utilizzo di prolunghe per l’alimentazione di apparecchi elettrici

image

Se in casa hai un autostrada di prolunghe e castelli costruiti con riduzioni varie è il caso di raccoglierle,metterle via (anzi buttale che fai prima) e farti sistemare l’impianto in base alle tue esigenze.

PS di solito capita di non avere prese a sufficienza su un impianto nuovo perché hai scelto,ai tempi, il preventivo più basso!!
Hai capito adesso dove sta la fregatura del BASSO PREZZO.

Meno soldi, meno prese. Meno prese,più prolunghe. Più prolunghe, più incendi. Più incendi, ciao casa!!! Io ti ho avvisato!!

Permettimi di dirti anzi raccomandarti di NON comprare prolunghe o materiale elettrico nei negozi dei cinesi!!!

Non sono materiali conformi la normativa italiana e il simbolo CE non indica Comunità Europea ma ben si China Export!
Poi vedi tu cosa vuoi fare!

6) Interventi di manutenzione non eseguiti in modo conforme o dai non addetti ai lavori.

image

Se tuo cugino o il cugino di tuo cugino fa l idraulico come professione, secondo te può effettuare manutenzioni sul tuo impianto?? Assolutamente No!!! Anzi ti dirò di più, se il tuo impianto dopo un suo intervento va a fuoco sono affari tuoi!! I danni te li paghi tu!! Sulla casa ci piangi tu!!! E con i legali ci parli tu!!

Evitiamo a prescindere di far fare lavori in casa propria da personale incompetente (il muratore non è un elettricista, l idraulico non è un elettricista, il serramentista non è un elettricista e di solito anche tuo cugino non è un elettricista) e cerchiamo di affidare la nostra sicurezza e sacrifici a personale addetto?

Può succedere anche di beccare un elettricista incompetente,è vero, ma in quel caso è sfiga o mancata informazione. Quando devi sceglierlo da internet, ti consiglio di vedere se sul suo sito ci sono testimonianze reali di persone fisiche. Se non esistono, fatti due domande.

7) Archi elettrici causati da interruttori difettosi o serraggio non corretto del morsetto.

image

Qui ti faccio fare un esperimento così vedi tu cosa succede.

Accendi una luce,apri l interruttore che la comanda, allenta un morsetto e stacca il filo.

Nel momento in cui sfili il filo sotto sforzo, vedrai che esso farà una scintilla (non prendere paura). Ecco, se il morsetto non è tirato bene con il cacciavite, quella scintilla avverrà ogni volta che schiaccerai l interuttore per accendere la luce. La scintilla è una piccola fiamma e dai uno e dai due prima o poi si trasfomerà in un incendio!

L’esperimento chiaramente fallo quando fuori c’è chiaro altrimenti resti al buio e rischi di farti del male.

Da una statistica dei Vigili del fuoco ho voluto creare per te questa lista di cause che potrebbero innescare un incendio in casa tua.

Se hai dubbi puoi sempre contattarmi e saró sempre sarò lieto di aiutarti compilando il form qui sotto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *