IMPIANTO ELETTRICO VECCHIO RISCHI-DANNI E RIMEDI

By | maggio 12, 2016

IMPIANTO ELETTRICO VECCHIO: RISCHI E RIMEDI

ElettricistaRapido

Ciao e ben ritrovato.

Un’impianto elettrico civile, vecchio più di 15 anni, potrebbe creare dei grossi danni a te, alla tua famiglia e ai tuoi vicini. Chiaramente il discorso ha il senso inverso ovvero, se il tuo vicino ha un impianto elettrico vecchio potrebbe creare dei grossi danni a se, alla sua famiglia e al suo vicino cioè TU.

Sappiamo benissimo che fino agli ’80, in casa si disponeva di pochissimi elettrodomestici. Non tutti avevano il forno a microonde,la lavastoviglie, il forno elettrico,la lavatrice, la lavasciuga, i PC, cinque cellulari e di conseguenza 5 caricabatterie ecc.
La tecnologia e i consumi elettrici a livello di potenza (meglio conosciuti come Watt) in quegli anni, non per tutti erano a portata di mano.

I circuiti elettrici di una volta venivano realizzati in base a ciò che era il momento in quegli anni, dagli ’80 indietro. Ovvero, l’elettricista quando realizzava il suo circuito elettrico, tra una scossetta ed un’altra ,mai avrebbe pensato che un giorno un appartamento potesse diventare una vera centrale elettrica.
Non gli passava neanche per l’anticamera del cervello il fatto che un giorno in casa potesse arrivare un elettrodomestico che riuscisse a consumare tanto quanto l’Enel ti fornisce (se hai un appartamento semplice molto probabilmente hai richiesto una fornitura minima di 3000Watt). Un forno elettrico per esempio arriva ad assorbire anche 2500 W.

Infatti quando la mamma o la moglie accende il forno cosa dice??
” Luca, non accendere lo stereo che se no salta la corrente.”
Sbaglio?? Penso proprio di no.

Ma la potenza dell’ impianto cosa centra con i rischi che corre il tuo appartamento?
Adesso ci arrivo, tranquillo. Questa era una semplice introduzione al discorso. Sono le 23 di sera e sono ancora attivo. Lasciami scrivere, lo faccio per il tuo bene.
Poi non puoi neanche dirmi che scrivo in modo tecnico perché non è vero. Parlo a te come se stessi parlando ad un mio amico, terra terra.

Proseguiamo.

Dunque abbiamo capito che gli elettrodomestici assorbono potenza, giusto? Se non fosse così, non arriverebbero le bollette!

Immagina l’assorbimento della corrente come un motore della macchina. Più acceleri più il motore richiede benzina.
Con la corrente funziona uguale, più l’elettrodomestico è grosso, più richiede corrente (potenza).

Il motore, se non fosse per l’impianto di raffreddamento, più lo tieni sotto sforzo e più esso si scalda fino a fondersi.
Nel caso dell’impianto, teniamo in considerazione che il “forno” è il motore della macchina e la corrente è la benzina.
La benzina passando nel circuito idraulico non sforza l impianto perché è perfettamente dimensionato per poter resistere alla pressione.
La corrente invece, quando all’interno dell’impianto ne deve fluire tanta per soddisfare la richiesta del forno, provoca un netto surriscaldamento del filo conduttore.

COSA VUOL DIRE?

In pratica, ogni volta che si usano elettrodomestici abbastanza grossi (grossi inteso come richiesta di potenza, ad esempio la stufetta da bagno assorbe all’incirca 2000 Watt e anche se fisicamente è piccola , tecnicamente è considerata grossa) il filo conduttore si scalda e indebolisce la sua guaina di isolamento perché non dimensionato correttamente. La sezione del filo non supporta tale flusso.

Il filo è formato da due parti:
-l’anima che è la parte metallica, generalmente di rame, dove passa la corrente. E’ quella parte che se la vedi non dovresti toccarla, MAI!!

-guaina di isolamento che è la parte gommosa che puoi toccare tranquillamente. Essa serve per evitare i contatti dell’anima tra filo-filo o filo-persona.

Ora,se la tua casa ha un circuito elettrico di oltre 15 anni e sei in possesso di elettrodomestici grossi, posso confermarti che tra non poco potrebbe scoppiare un incendio a casa tua per una corrente di corto circuito.

images

La guaina isolante dei tuoi fili,ormai, è prossima a sparire perché troppo vecchia e troppo cotta (la corrente elettrica scalda, ricordi??).
Pronta a sbriciolarsi e a lasciare l’anima scoperta da favorire il contatto con un altro filo anch’esso scoperto.

E sai cosa succede??? BOOM!!

Una bomba pronta ad esplodere, un corto circuito garantito a cui non puoi sfuggire, salvo e ammesso tu abbia dei buoni dispositivi di sicurezza.
Un incendio che potrebbe prendere vita durante la notte, mentre tu e la tua famiglia dormite sonni tranquilli.
Vi risveglierete senza più un tetto e chi ha la fortuna di salvarsi potrebbe ritrovarsi solo, con la famiglia bruciata tra le fiamme.
Magari quella casa appena finita da pagare dopo un bel mutuo di 20 anni di sacrifici potrebbe diventare cenere da un momento all’altro.

Quella casa in cui hai vissuto con il senso di protezione,sta per rivelarsi una gabbia di fuoco per la tua famiglia che forse non si salverà. Come potrai vivere con questo senso di colpa??

LA COLPA PERO’ NON E’ TUA E NEANCHE MIA! SEI SALVO.
SE MI STAI LEGGENDO CONSIDERATI FORTUNATO PERCHE’ TI HO APPENA SALVATO DALLA CATASTROFE.

Sicuramente il tuo elettricista si limita a rattoppare il tuo impianto sistemando qualcosa ogni tanto, ma non si degna mai di dirti
“ue amico, forse è il caso di cambiare tutto l’impianto e mettere al sicuro le tue chiappe e quelle della tua famiglia!” o magari tu stesso non avverti il pericolo perché penserai “ha sempre funzionato!”.

Lascia che io ti dica una cosa: quando smetterà di funzionare potrebbe essere troppo tardi. I 20 anni di mutuo che con tanti sacrifici sei riuscito a pagare potrebbero trasformarsi in cenere.

Perché il tuo impianto,oltre ad essere vecchio, è sottodimensionato alle esigenze di oggi.
La presa che una volta funzionava bene, oggi potrebbe avere qualche anomalia. Potrebbe essere cotta e lo sforzo che sta continuando a fare, che è maggiore di almeno 7 volte, sta preparando il peggio per te.

Ti posso anche assicurare che con i fili vecchi la tua casa è meno luminosa.
In pratica il filo ,al passaggio della corrente per accendere la luce, essendo vecchio e sottodimensionato, crea resistenza e non permette di fornire alla lampadina tutta l’energia che gli serve per brillare a pieno regime.
E ciò cosa provoca? Be oltre all’incendio, ti porta anche delle belle bollette salate. Infatti dimensionando bene i fili conduttori in base ai loro compiti, essi creano meno resistenza alla corrente, facendola passare in modo fluido e assorbendo meno potenza e senza dare il via al surriscaldamento e alla conseguente cottura della guaina.
Oltre a farti risparmiare le bollette, avrai molta più luce in casa.

images-1

COSA DEVI FARE DOMANI?

Se pensi che il tuo impianto sia vecchio chiama immediatamente il tuo elettricista e chiedigli se può uscire a controllare.
Non deve fare molto. Deve controllare innanzitutto i dispositivi di protezione (salvavita), e poi gli basta aprire una sola presa per verificare i tipi di fili impiegati nell’impianto.
Spero di esserti stato utile ancora una volta.

Vittima o eroe?? Se vuoi essere l’eroe allora compila il form qui sotto e fammi tutte le domande che vuoi.

A te la scelta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *